® NOBERASCO S.p.A. | P.iva 01270390097 | N. iscrizione REA Savona 53659 | Cap. sociale 600.000 i.v.
SELEZIONI DI FRUTTA IDEE REGALO INIZIATIVE DOVE SIAMO
BENESSERE LIFESTYLE FITNESS RICETTE WIKIFRUTTI
SESAMO NERO
TAG:
SESAMO
NIGELLA
CUMINO NERO

Pianta annuale della famiglia delle Ranunculaceae, la Nigella sativa è comunemente conosciuta con il nome di sesamo nero, ma spesso chiamata anche cumino nero, grano nero o seme Benedetto.
Originaria del sud-ovest asiatico, questa pianta arbustiva annuale, coltivata in Europa, Africa del Nord e Asia, cresce tra i 20 e i 90 centimetri. Predilige posizioni soleggiate e teme il gelo. Ha radici a fittone, fusto eretto e glabro.
Le foglie sono a disposizione alterna, prive di stelo hanno forma ramificata e lineare. I fiori che si sviluppano all'apice dei fusti e variano nei colori, passando dal bianco, al giallo, al rosa, all'azzurro fino al viola pallido. Anche il numero di petali varia da cinque a dieci.
Il frutto è una capsula liscia, di color porpora, che può essere più o meno grande e rigonfia, composta da tre a sette follicoli, ciascuno contenente numerosi piccoli semi neri.
  

Della vasta famiglia del genere Nigella si riconoscono molte differenti specie vegetali tra cui le più comuni sono:
  • Nigella damascena, è la specie più comune, cresce spontanea e fiorisce nella tarda primavera i semi ovali, nerastri e rugosi, hanno un sapore pungente
  • Nigella sativa, si distingue per i fiori privi di brattee involucrali, nonché per i semi spigolosi
  • Nigella arvensis, di scarso interesse, fiorisce d'estate

Valori nutrizionali per 100g di prodotto disidratato:
 
Principali nutrienti Unità Valore per 100g Rda
(valore giornaliero raccomandato)
Energia
kJ
2397
kcal
573
Grassi
g
49,6
Carboidrati
g
23,4
di cui zuccheri
g
0,3
Fibre
g
11,8
Proteine
g
17,7
Tiammina
mg
0,79
Riboflavina (Vit. B2)
mg
0,24
Niacina
mg
4,5
Calcio
mg
975
Fosforo
mg
629
Ferro
mg
14,5
Zinco
μg
7,7
Rame
mg
4,08
Manganese
mg
2,46
Selenio
μg
34,4

Il seme della Nigella Sativa è molto ricco di principi nutrizionali ed è una riserva di sali minerali quali calcio, ferro, magnesio, potassio, selenio e zinco. Contiene vitamine A, B1, B2 e C, oltre ad aminoacidi essenziali e altri componenti preziosi tanto da essere definiti una “sinfonia di sostanze vitali”.
Questi semi, usati in erboristeria per le spiccate capacità purificanti e antiinfiammatorie, nella medicina indiana sono consigliati come antiasmatici.
In erboristeria la Nigella Sativa viene usata anche per problemi legati alla circolazione, ai dolori reumatici, a gas intestinali, ai parassiti, e per incrementare il latte materno nell’allattamento, la regolazione del ciclo mestruale, l'incremento delle funzioni renali, come digestivo e stimolante.

Il nome del genere deriva dal latino nigellus=nerastro per il colore dei semi. In alcuni luoghi viene curiosamente chiamata Damigella aromatica, ma anche “ Love in Mist” (Amore nella Nebbia). Alla Nigella viene inoltre associata l’espressione “Serendipity “ o “capacità di fare felici scoperte”.

Anche il nome “seme Benedetto” non è casuale: per molte popolazioni da millenni è considerata tra le più preziose erbe fitoterapiche, utile per ridurre il rischio di contrarre malattie degenerative, agendo come rinforzante del sistema immunitario.
 
IN CUCINA

I semi aromatici dal sapore agre e piccante, assomigliano al finocchio nell’odore e alla noce moscata come sapore e sono utilizzati anche in cucina. Utilizzato in sostituzione del pepe nero in Africa, Nord Europa e in Cina, puoòavere un utilizzo estremamente vario: i semi interi sono aggiunti in molte ricette da forno, per la preparazione di innumerevoli varietà di pane e dolci.

Un piccolo suggerimento: per esaltarne al massimo il sapore friggete o ancor meglio tostate i semi di sesamo nero prima di usarli.




Trovi SESAMO NERO in: