® NOBERASCO S.p.A. | P.iva 01270390097 | N. iscrizione REA Savona 53659 | Cap. sociale 600.000 i.v.
SELEZIONI DI FRUTTA IDEE REGALO INIZIATIVE DOVE SIAMO
BENESSERE LIFESTYLE FITNESS RICETTE WIKIFRUTTI
ARONIA
TAG:
ARONIA

L’Aronia (Aronia melanocarpa), conosciuta anche come chokeberry, è un genere botanico appartenente alla famiglia delle Rosaceae, sottofamiglia dei Maloideae.

Questo arbusto deciduo nativo del Nord America, è stato introdotto molti anni fa nell’Europa Orientale. Raggiunge facilmente i due metri di altezza e la sua elevata resistenza al gelo, ne ha permesso la diffusione fino in Finlandia e in Svezia. Comunemente rinvenuto in boschi con clima umido e in paludi offre frutti simili per aspetto e qualità al mirtillo gigante americano.

Le foglie sono caduche e leggermente lanceolate di un bel colore verde brillante che, vira al rosso arancio con l’avvicinarsi del periodo autunnale. Abituata ai climi rigidi, si adatta perfettamente anche al clima caldo estivo, mal sopporta invece la siccità.

I piccoli fiori riuniti a grappolo appaiono a primavera inoltrata, dopo le foglie. Sono fiori piuttosto piccoli, autoimpollinanti, con cinque petali bianchi, con al centro diversi stami terminanti con vistose antere rosa.

L’abbondante fioritura diffusa accoglie i fiori persino all’interno della pianta e questi, mescolati al colore brillante delle foglie, le conferiscono un coreografico effetto estetico. Per questo motivo il fitto cespuglio a portamento colonnare è utilizzato anche a scopo ornamentale.

Nel corso dell’estate i fiori si tramutano in bacche nere ricoperte di pruina (lanugine) che giungono a maturazione in autunno e, con favorevoli condizioni atmosferiche, possono restare sulla pianta anche dopo la caduta delle foglie.

L’Aronia (Aronia melanocarpa), conosciuta anche come chokeberry, è un genere botanico appartenente alla famiglia delle Rosaceae, sottofamiglia dei Maloideae.

Questo arbusto deciduo nativo del Nord America, è stato introdotto molti anni fa nell’Europa Orientale. Raggiunge facilmente i due metri di altezza e la sua elevata resistenza al gelo, ne ha permesso la diffusione fino in Finlandia e in Svezia. Comunemente rinvenuto in boschi con clima umido e in paludi offre frutti simili per aspetto e qualità al mirtillo gigante americano.

Le foglie sono caduche e leggermente lanceolate di un bel colore verde brillante che, vira al rosso arancio con l’avvicinarsi del periodo autunnale. Abituata ai climi rigidi, si adatta perfettamente anche al clima caldo estivo, mal sopporta invece la siccità.

I piccoli fiori riuniti a grappolo appaiono a primavera inoltrata, dopo le foglie. Sono fiori piuttosto piccoli, autoimpollinanti, con cinque petali bianchi, con al centro diversi stami terminanti con vistose antere rosa.

L’abbondante fioritura diffusa accoglie i fiori persino all’interno della pianta e questi, mescolati al colore brillante delle foglie, le conferiscono un coreografico effetto estetico. Per questo motivo il fitto cespuglio a portamento colonnare è utilizzato anche a scopo ornamentale.

Nel corso dell’estate i fiori si tramutano in bacche nere ricoperte di pruina (lanugine) che giungono a maturazione in autunno e, con favorevoli condizioni atmosferiche, possono restare sulla pianta anche dopo la caduta delle foglie.
 

Le specie più diffuse e maggiormente coltivate si differenziano per il colore delle bacche:

  • Aronia arbustifolia (chokeberries rosso) che produce frutti di colore rosso più dolci nel gusto
  • Aronia melanocarpa (chokeberries nero), che produce frutti di colore nero, di gusto leggermente amaro, ma più ricche in antociani fonte di antiossidanti.

Valori nutrizionali per 100g di prodotto disidratato:
 
Principali nutrienti Unità Valore per 100g Rda
(valore giornaliero raccomandato)
Energia
kJ
1022
kcal
244
Grassi
g
0,4
di cui acidi grassi saturi
g
0,1
Carboidrati
g
43,1
di cui zuccheri
g
39
Fibre
g
27
Proteine
g
3,6
Vit. K
μg
42
12
Vit. C
mg
32
40
Manganese
mg
0,64
32

 
Il frutto dell'Aronia si caratterizza per un basso contenuto di calorie e di grassi, ma un alto valore di antiossidanti grazie alla vitamina C e alla presenza di numerosi fitonutrienti.
Ottima fonte di vitamina C (100 g di bacche fresche forniscono circa il 35% della RDA), di vitamina K, che mantiene la corretta funzionalità di alcune proteine che formano le nostre ossa, e di manganese, che partecipa attivamente a numerosi meccanismi biologici utili all'equilibrio della salute.
I flavonoidi presenti, come caroteni e luteina, contribuiscono a proteggere la pelle dai raggi solari e dalle malattie della vista.
La presenza di acido caffeico può avere effetti positivi anche per chi segue regimi alimentari dietetici per la perdita di peso.
Le bacche di Aronia nero contengono antociani. Studi scientifici hanno dimostrato che proprio grazie agli antociani, il consumo abituale di frutti di bosco può essere utile a contrastare l'invecchiamento, le malattie neurologiche e degenerative, le infiammazioni e le infezioni batteriche.

Per lo sport
Queste piccole bacche provenienti da un arbusto selvatico, hanno recentemente attirato l'attenzione dei ricercatori, dei preparatori atletici e degli alimentaristi per il loro eccezionale valore nutritivo.

In cucina

La maturazione delle bacche avviene in autunno, ma in alcune zone d'origine è possibile che la pianta abbia subito un periodo di gelo, caratteristica che addolcisce il loro gusto di norma molto astringente.
Le bacche fresche possono essere conservate in frigorifero per circa una settimana. Per mantenere intatta la loro consistenza è consigliabile lavarle in acqua fredda poco prima dell'uso. Ottime gustate con il gelato o lo yogurt, donano un sapore particolare alle macedonie di frutta. Il sapore particolare le rende adatte alla preparazione di marmellate, o di succhi.




Trovi ARONIA in: