® NOBERASCO S.p.A. | P.iva 01270390097 | N. iscrizione REA Savona 53659 | Cap. sociale 600.000 i.v.
SELEZIONI DI FRUTTA IDEE REGALO INIZIATIVE DOVE SIAMO
BENESSERE LIFESTYLE FITNESS RICETTE WIKIFRUTTI
10/08/2015
Happy hour

Ore 18 è il momento dell'aperitivo. Ecco come lo vivono gli italiani.
Socializzare, stare insieme e svagarsi: il 60% degli italiani, anche in tempo di crisi, non rinuncia al rito dell'aperitivo. Lo conferma una indagine condotta dall'istituto di ricerca MEMETHiC, che ha coinvolto oltre mille soggetti, scoprendo le nostre abitudini e preferenze nel momento che dedichiamo all'happy hour.
Il 60% degli intervistati considera l'aperitivo un rito irrinunciabile per la propria vita sociale. Per le donne, in particolare, è un momento di svago a cui abbandonarsi anche senza una particolare occasione.
Al centro sud, l'aperitivo è un'abitudine frequente (fino a 3 volte la settimana per il 39%) da condividere di preferenza tra le mura domestiche. Mentre al nord l'aperitivo, per essere definito tale, deve essere consumato in uno dei tanti locali che nelle ore serali propone imponenti buffet ai quali attingere in quantità e libertà.
Tuttavia, complice la crisi, l'aperitivo sta diventando un rito sempre più indoor e solo il 15% dichiara di concederselo più spesso fuori casa.
Preferiscono l'ambiente domestico le coppie che nel 79% dei casi trovano più economico invitare a casa gli amici, ma considerano anche favorevolmente l'intimità e la tranquillità.
Bere si... ma mangiare? Sono tante le persone che apprezzano il potersi mettere in gioco e preparare direttamente stuzzichini e finger food da proporre agli amici, mostrando le proprie abilità culinarie. Il 68% di chi organizza gli inviti indoor sono donne.
Per la preparazione dei cibi generalmente si improvvisa con ciò che si ha già in casa combinandolo abilmente grazie a suggerimenti e ricette cercate online (77%). Immancabili sempre e comunque patatine, arachidi, pistacchi e anacardi, affiancati sempre più spesso da pezzi di frutta e verdura freschi.
Socializziamo? I giovanissimi apprezzano di questo momento la socializzazione e la possibilità di incontrare persone nuove. Per gli under 24 la tendenza cambia: associano a questo rito il festeggiamento di una ricorrenza o un momento di divertimento; al contrario, gli over 45 vivono l'"ora felice" come un'occasione per stuzzicare qualcosa prima di cena (38%) o del cinema, per i 30-40enni è invece un momento di relax al termine di un'impegnativa giornata di lavoro (42%). La compagnia ideale? Sicuramente gli amici!
Fonte: winenews.it