® NOBERASCO S.p.A. | P.iva 01270390097 | N. iscrizione REA Savona 53659 | Cap. sociale 600.000 i.v.
SELEZIONI DI FRUTTA IDEE REGALO INIZIATIVE DOVE SIAMO
BENESSERE LIFESTYLE FITNESS RICETTE WIKIFRUTTI
21/04/2017
Cibo spazzatura, bambini e obesità

Sedentarietà, cattiva alimentazione e troppa televisione sono le cause principali dell'obesità infantile.
Secondo l’Istat (dati 2015) il 45,1% della popolazione maggiorenne era in eccesso di peso (il 35,3% in sovrappeso e il 9,8% obeso). I bambini e gli adolescenti in eccesso di peso raggiungono la quota considerevole del 24,9%, praticamente un bimbo su 3.
Il nostro paese vanta uno dei tassi più alti di obesità infantile. Tra le cause di questo problema, tutt'altro che da sottovalutare, troviamo la sedentarietà, le cattive abitudini alimentari e persino la TV!
L’allarme arriva dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) che lancia un avvertimento: la pubblicità della televisione, e non solo, ha un effetto disastroso sui bambini, in particolare su quelli già sovrappeso.
L'OMS ha più volte sensibilizzato i Governi ad applicare controlli più severi sulle campagne pubblicitarie dei "junk food". La promozione di cibi poco salutari, spesso definiti "spazzatura", è stata riconosciuta dall'OMS come uno dei fattori di rischio per l'obesità infantile e altre malattie croniche legate alla dieta. Nell'occhio del ciclone non solo gli spot televisivi, ma anche i nuovi canali come web, social network e applicazioni per cellulari, che raggiungono ormai con grande facilità i bambini "nativi digitali".
Bibite, biscotti e merendine con alti livelli di grassi, zuccheri o sale; bibite zuccherate e soft-drink; cereali zuccherati, biscotti, snack, dolciumi, piatti pronti e fast food: grazie alla pubblicità, i bambini imparano a riconoscere i marchi delle grandi industrie alimentari fin da piccoli. E più i bambini sotto i 4 anni ne riconoscono, più sono portati a ingrassare. Inoltre, i piccoli già in sovrappeso quando vedono la pubblicità di questi cibi, ne consumano maggiormente.
Ricordiamoci che è importante contrastare i chili di troppo fin dalla più tenera età partendo da una sana educazione alimentare e da corretti stili di vita.