® NOBERASCO S.p.A. | P.iva 01270390097 | N. iscrizione REA Savona 53659 | Cap. sociale 600.000 i.v.
SELEZIONI DI FRUTTA IDEE REGALO INIZIATIVE DOVE SIAMO
BENESSERE LIFESTYLE FITNESS RICETTE WIKIFRUTTI
02/06/2011
Chi coltiva cultura, coltiva benessere

Suonare uno strumento musicale, andare a teatro, visitare musei ci aiuta a rimanere in salute più a lungo.
Chi ha detto che la cultura nutre solo lo spirito? Al contrario, uno studio appena pubblicato sul Journal of Epidemiology and Community Health, ha messo in evidenza che chi coltiva interessi culturali, ha una vita migliore anche dal punto di vista fisico. E sono soprattutto gli uomini, secondo i ricercatori, a beneficiare di questo miglioramento.
Chi suona, legge, ascolta musica, frequenta teatri e musei tende a sentirsi meglio anche fisicamente, apprezza maggiormente la vita ed è meno incline ad abbandonarsi ad ansie e depressioni rispetto a chi non ha interessi culturali. I dati arrivano da una ricerca norvegese condotta su 50.797 persone adulte della contea di Nord-Trøndelag.
Dalle risposte considerate dai ricercatori è emersa una curiosa associazione tra tutti i tipi di attività culturali e lo stato di buona salute. In estrema sintesi, la cultura fa stare meglio, rende la vita più significativa, fa sentire un maggior benessere e una maggiore vitalità a chi la pratica, che quindi sarà meno incline alla malinconia. Inoltre più la vita culturale è attiva, maggiore è la sensazione di benessere
A pensarci bene, bastava il buon senso per capire che una vita culturale piena e appagante non può che avere effetti positivi sulla salute... ma per una volta uno studio scientifico servirà a metterci di buonumore e a farci sentire meno in colpa quando indugiamo nel piacere di visitare una bella mostra o nel fare quello che ci appassiona di più!
Fonte: blog.panorama.it